Vescovi dell’Oratorio

L’Oratorio di Palermo ha dato alla Chiesa alcune figure di vescovi particolarmente significative nel corso dei secoli. Riportiamo in questa pagina alcuni loro tratti biografici.

GIRGENTI GIUSEPPE: nacque a Palermo il 20 maggio 1639. Entrato nella Congregazione oratoriana di Palermo, divenne sacerdote il 29 marzo 1664. Dottore in utroque iure e in teologia, fu consultore e censore del S. Ufficio in Sicilia e Vicario generale a Palermo (1695).

Presentato dal re Carlo II, l’11 aprile 1699, fu eletto vescovo di Patti da Innocenzo XII, ricevendo la consacrazione a Roma dal vescovo di Melfi il 12 aprile seguente. Nel breve periodo del suo servizio pastorale si distinse per la carità verso i poveri, gli sconsolati e i derelitti.

Per beneficare i bisognosi esaurì più volte i redditi dell’abbondante patrimonio della mensa vescovile, prelevò denaro a mutuo per sollevare la miseria, si privò della biancheria e delle vesti per coprire gli ignudi. Protesse gli studi e gli studiosi, aprendo nuove scuole e ampliando il seminario. Morì di morte repentina il 25 settembre 1701 e fu sepolto in cattedrale.

MARTINELLI FRANCESCO: nacque a Palermo da nobile famiglia. Dottore in diritto canonico e civile, in gioventù fu avvocato e giudice. Entrato nell’Oratorio palermitano, divenne sacerdote e nel 1677 vicario generale di Palermo. Presentato dal re Carlo II di Spagna (16 marzo 1679), fu eletto da Innocenzo XI vescovo di Patti il 22 gennaio 1680. Appena arrivato in diocesi, cominciò la costruzione della Chiesa di Santa Maria degli Agonizzanti, officiata dalla confraternita dei Bianchi, che aveva lo scopo di cooperare alla salvezza spirituale dei condannati a morte. Gettò le basi per l’erezione della congregazione dell’Oratorio. Morì, dopo un anno appena di vescovado, il 3 aprile 1681, lasciando erede di tutti i suoi beni patrimoniali la nascente Congregazione oratoriana.

NASELLI GIOVANNI BATTISTA: nacque a Napoli il 25 giugno 1786. Dottore in teologia, entrò nell’Oratorio di Palermo, dove divenne sacerdote il 23 dicembre 1809. Presentato dal re di Sicilia, il 17 febbraio 1851 fu eletto vescovo di Noto. Il 27 giugno 1853, fu trasferito alla Chiesa arcivescovile di Palermo e insignito del pallio. Morì il 3 maggio 1870.

NASELLI PIETRO: nacque a Palermo nel 1782. Entrato nell’Oratorio di Palermo, divenne sacerdote il 19 dicembre 1807. Presentato dal re di Sicilia, il 15 febbraio 1838 fu nominato vescovo di Piazza Armerina, ricevendo la consacrazione a Monreale. Il 13 luglio 1840 fu trasferito, con il titolo di Arcivescovo, alla chiesa di Nicosia. Sebbene insignito di titoli e incarichi prestigiosi: Principe d’Aragona, Grande di Spagna, Cappellano Maggiore di Sua Maestà, Gran Priore del Real Ordine Costantiniano, visse sempre umile, pio, fedele ai suoi doveri di oratoriano e di vescovo. Morì a Napoli il 16 dicembre 1862.

VALGUARNERA DOMENICO: nacque a Palermo il 3 novembre 1697. Entrato all’Oratorio palermitano, divenne sacerdote il 20 ottobre 1720. Dottore in teologia alla Sapienza di Roma, il 17 novembre 1732, presentato dal re di Sicilia, fu eletto vescovo di Cefalù, ricevendo la consacrazione a Roma dal Cardinale Francesco Barberini il 7 dicembre successivo. Morì il 2 maggio 1751.

Annunci